Il Lupo Cecoslovacco

Standard

Standard F.C.I. n° 332/03 settembre 1999

ORIGINE ex-Cecoslovacchia
PATROCINIO Repubblica Slovacca
DATE OF PUBLICATION OF THE VALID ORIGINAL STANDARD 03.09.1999
UTILIZZO cane di utilità
CLASSIFICAZIONE F.C.I.
  • Gruppo 1 (cani da pastore e bovari eccetto i bovari svizzeri)
  • Sezione 1 (cani da pastore con prova di lavoro)
CENNI STORICI Nel 1955, all’epoca dell’ URSS, fu incrociato a titolo di prova biologica il pastore tedesco con il lupo dei Carpazi. Queste prove mostrarono che era possibile ottenere e allevare altrettanto bene sia l’incrocio lupo/cagna che l’incrocio cane/lupa. La maggior parte di questi prodotti di incrocio disponevano della attitudini genetiche necessarie alla continuazione dell’allevamento. Nel 1965, detto esperimento terminò e fu elaborato un progetto di allevamento sistematico di questa nuova razza, cercando di unire e migliorare al meglio le qualità vantaggiose del lupo e le attitudini favorevoli del cane. Nel 1982, il cane lupo cecoslovacco fu riconosciuto come razza nazionale del comitato nazionale delle associazioni dell’ URSS dell’epoca.
ASPETTO GENERALE Costituzione solida, di taglia medio-grande, con struttura rettangolare. E’ simile al lupo per costituzione, movimento, mantello colore e maschera.
PROPORZIONI IMPORTANTI
  • Lunghezza corpo: altezza al garrese = 10:9
  • Lunghezza muso: lunghezza regione craniale = 1:1,5
COMPORTAMENTO CARATTERE Pieno di temperamento, molto attivo, resistente, recettivo, rapido nelle sue reazioni, intrepido e coraggioso; di una fedeltà eccezionale verso il padrone; resistente alle intemperie, cane da utilità polivalente.
TESTA Simmetrica, molto muscolosa; vista di faccia e di profilo ha forma di cono ottuso; netto dimorfismo sessuale.

  • Regione Craniale Vista di fronte e di profilo la fronte è leggermente bombata; solco frontale non troppo evidente; protuberanza occipitale ben visibile.
  • Stop: mediamente marcato.

REGIONE FACCIALE

  • Tartufo: di forma ovale, nero.
  • Musello: Asciutto, non ampio, canna nasale rettilinea.
  • Labbra: Ben tese, angoli chiusi. Bordi neri.
  • Mascelle/denti: Mascelle forti e simmetriche; denti ben sviluppati, soprattutto i canini; articolazione sia a forbice che a tenaglia;
  • Guancia: Asciutta, muscolatura sufficiente, non vistosamente pronunciata.
  • Occhi: Stretti, obliqui, di colore ambra. Le palpebre sposano bene la forma del globo oculare.
  • Orecchie: Erette, sottili, triangolari, corte (cioè non superano di 1/6 l’altezza al garrese), il punto più laterale dell’attacco dell’orecchio e l’angolo esterno dell’occhio sono sulla stessa linea; una verticale immaginaria tirata dalla punta dell’orecchio sfiora il bordo della testa.
COLLO Asciutto, molto muscoloso; a riposo, la posizione del collo forma con l’orizzontale un angolo che arriva fino a 40°; il collo deve essere piuttosto lungo, per permettere al cane di toccare con il naso il suolo senza sforzo.
CORPO
  • Linea del dorso: Armoniosamente fusa e senza soluzione di continuità da collo al tronco, leggermente inclinata.
  • Garrese: Molto muscoloso; marcato, ma non abbastanza da nuocere all’armonia della linea del dorso.
  • Dorso: Fermo e rettilineo.
  • Regione lombare: Corta, molto muscolosa, non larga, leggermente inclinata.
  • Groppa: Corta, molto muscolosa, non larga, leggermente inclinata.
  • Petto: Simmetrico, molto muscoloso, ampio, a forma di pera, si restringe verso lo sterno. Non scende fino a livello dei gomiti; la punta della carena sternale non deve superare il livello dell’articolazione delle spalle.
  • L’anteriore ventre: Parete addominale tesa e sollevata. Fianchi leggermente retratti.
CODA Attaccata alta, a riposo dritta e pendente; quando il cane è attento, viene generalmente portata a forma di falcetto.
ARTI
  • Arti anteriori Gli anteriori sono dritti, solidi, asciutti e serrati; con i piedi leggermente girati verso l’esterno.
  • Spalle: Scapola piazzata molto verso l’avanti, molto dotata di muscoli; angolo di circa 65° con l’orizzontale.
  • Braccio: Molto muscoloso; forma con la scapola un angolo che va da 120° a 130°.
  • Gomiti: Ben aderente al corpo, non girati né all’interno né all’esterno, pronunciati, di buona motilità; braccio e avambraccio formano un angolo di circa 150°.
  • Avambraccio: Lungo, asciutto e dritto; la lunghezza dell’avambraccio e del metacarpo raggiungono il 55% dell’altezza al garrese.
  • Carpi: Solidi, molto mobili.
  • Metacarpi: Lunghi, devono formare con suolo un angolo di meno di 75°; leggermente elastico in movimento.
  • Piedi anteriori: Grandi, leggermente girati all’esterno, con dita piuttosto lunghe e arcuate e unghie scure e solide; cuscinetti grossi, elastici e scuri.
  • Arti posteriori Potenti e paralleli; una verticale immaginaria tirata dalla tuberosità asiatica taglia il garretto in due parti uguali. Speroni non desiderabili, devono essere eliminati.
  • Cosce: Lunga, molto muscoloso; forma con il bacino un angolo di circa 80°; articolazione dell’anca ferma e di buona motilità.
  • Grassella: Solida, di buona motilità.
  • Gamba: Lunga, asciutto, molto muscolosa; forma con il metatarso un angolo di circa 130°.
  • Garretto: Asciutto, solido, di buona motilità.
  • Metatarsi: Lunghi, asciutti, pressoché in appiombo sul suolo.
  • Piedi posteriori: Dite piuttosto lunghi arcuate, unghie scure solide; cuscinetti grossi.
ANDATURE Trotto armonioso, sciolto, disteso, con movimenti dei piedi il più possibile vicini al suolo; la testa e il collo si abbassano fino all’orizzontale. Al passo, il cane va di ambio.
PELLE Elastica, tesa e senza pliche, non pigmentata.
MANTO
  • PELO: Dritto, ben disteso; il pelo invernale e quello estivo sono molto differenti; in inverno predomina il con sottopelo, che forma con il pelo di copertura un manto spesso su tutto il corpo; è indispensabile che l’addome, la faccia interna delle cosce, lo scroto, le facce interne delle orecchie e gli spazi interdigitali siano anch’essi ricoperti; buon pelame sul collo.
  • COLORE: Del grigio giallo al grigio argentato con una maschera chiara caratteristica. Vi sono ugualmente peli chiari alla base del collo sul petto. Il colore grigio scuro con maschera chiara è ammesso.
TAGLIA Altezza al garrese:

  • Maschi minimo 65 cm
  • Femmine minimo 60 cm

Peso:

  • Maschi minimo 26 kg
  • Femmine minimo 20 kg
DIFETTI Ogni scarto da quanto sopra deve essere considerato un difetto da penalizzare in funzione della sua gravità.

  • Testa pesante o gracile.
  • Fronte piatta.
  • Assenza di 2 PM1 (premolari 1) o di due M3 (molare 3) non è da considerarsi difetto. Diventa difetto se oltre ai due PM1 manca un M3 o se oltre ai due M3 manca un PM1.
  • Occhi bruno scuro, neri o eterocromi.
  • Orecchie spesse, attaccate alte o basse.
  • Collo fortemente eretto a riposo; collo portato basso quando il cane è in piedi.
  • Garrese poco marcato.
  • Linea del dorso atipica.
  • Groppa lunga.
  • Coda lunga, attaccata bassa, portata incorrettamente.
  • Angoli degli arti anteriori scorretti.
  • Carpo debole.
  • Angolazioni dei posteriori scorrette, muscolatura insufficiente.
  • Maschera poco pronunciata.
  • Andatura accorciati, ondulanti.
DIFETTI ELIMINATORI
  • Aggressivo o troppo timido.
  • Proporzioni anormali.
  • Difetti di comportamento e di carattere.
  • Testa atipica.
  • Mancanza di denti in aggiunta a quanto sopra. Impianto irregolare.
  • Forma e posizione dell’occhio atipica.
  • Attacco e forma dell’orecchio atipica.
  • Presenza di fanoni.
  • Groppa incavata.
  • Cassa toracica atipica.
  • Attaccatura e portamento atipico della coda
  • Posizioni difettose degli arti anteriori, arti atipici.
  • Pelo aperto, pelo atipico.
  • Colore del pelo fuori standard.
  • Legamenti articolari lassi.
  • Marcia atipica.

Qualunque cane mostri chiaramente anomalie fisiche o comportamentali deve essere squalificato.
N.B.: I maschi devono avere i testicoli di aspetto normale completamente discesi nello scroto.

 

Aspetto
La salute del vostro cucciolo